Piazza della Signoria e Palazzo Vecchio

Piazza della Signoria, centro focale del potere civile di Firenze con Palazzo Vecchio e cuore della vita sociale della città, è stata il palcoscenico della cruenta e sanguinosa Congiura dei Pazzi, ordita ai danni del Magnifico e sedata nel sangue.
L'elemento centrale della piazza è il trecentesco Palazzo Vecchio, edificato tra il 1299 e il 1314 per dare una degna sede ai Priori delle Arti, che dal 1282 detenevano il Governo della città e che erano soliti risiedere al Bargello.
Il progetto architettonico è di Arnolfo di Cambio e la tipologia dell'edificio ricorda i caratteri delle strutture fortificate medievali, costituendo un vero e proprio modello per i palazzi pubblici toscani costruiti successivamente.
Nel corso del Cinquecento la Loggia della Signoria perse l'originaria funzione, una volta venute meno la struttura democratica, per divenire una sorta di museo all'aperto delle sculture della collezione medicea.
Le statue di Piazza della Signoria non sono solo un insieme decorativo di altissimo livello, ma rappresentano anche un vero e proprio ciclo allegorico laico, che avrebbe dovuto ispirare nei valori i governanti della città che si recavano a Palazzo Vecchio.

Offerte Speciali